Brick and Mortar Stores vs Online Retail Sites

Per parafrasare Mark Twain, “le voci sulla morte di brick and mortar retail sono molto esagerate.”Sebbene lo shopping e-commerce continui a crescere rapidamente, i negozi di mattoni e malta stanno ancora reggendo bene rispetto ai siti di vendita online, poiché molte persone preferiscono ancora l’esperienza di acquisto in negozio dove possono vedere e provare i prodotti prima di impegnarsi in un acquisto.

Brick and Mortar vs Online Sales Statistics

Secondo le statistiche del Dipartimento del Commercio degli Stati Uniti:

  • Le vendite al dettaglio totali sono passate da trillion 1.38 trilioni nel 4 ° trimestre 2019 a trillion 1.47 trilioni nel 4 ° trimestre 2020, con un aumento del 6.9%.
  • Le vendite di e-commerce sono passate da billion 156,39 miliardi nel 4 ° trimestre 2019 a billion 206,66 miliardi nel 4 ° trimestre 2020, con un aumento del 32,1%.
  • Come percentuale del totale delle vendite al dettaglio, le vendite di e-commerce sono aumentate da 11.3% in Q4 2019 a 14% in Q4 2020.

Come dimostrato da un sondaggio 2016 di BigCommerce, la preferenza per lo shopping online rispetto al negozio tende a diminuire con l’età. Anziani e Baby Boomer sono molto meno propensi a rivolgersi allo shopping online rispetto Millennials e Gen-Xers.

Si noti che al giorno d’oggi molti acquisti comportano sia la navigazione digitale che fisica delle merci—spesso un acquisto inizia con una ricerca online seguita da una visita al negozio per effettuare un acquisto, o al contrario un acquisto può iniziare con un cliente che esamina il prodotto in negozio ma effettua l’acquisto online. E con la prevalenza di smartphone e altri dispositivi mobili, gli acquirenti possono eseguire le loro ricerche online e confronti di prezzo mentre sono nel negozio (noto come “showrooming”).

Perché i clienti acquistano online

Oltre alla possibilità di confrontare le specifiche dei prodotti e sfogliare le recensioni, lo shopping online ha una serie di altri vantaggi:

  • Essere in grado di negozio 24/7
  • il Risparmio di denaro—shopping online consente al cliente di confrontare i prezzi e trovare la migliore offerta possibile
  • Non dover utilizzare un veicolo personale e trattare con parcheggio gratuito e di altri problemi o prendere transito di negozio in negozio
  • Risparmio di tempo—in-store shopping può essere molto che richiede tempo, in particolare se si tratta di visite a più archivi in diversi luoghi
  • Convenienza—molte persone non amano la folla, cassa formazioni, etc. e preferiscono fare acquisti da casa
  • Disponibilità – difficile da trovare gli articoli sono molto più facili da fonte on-line
  • La spedizione gratuita è a volte disponibile da fornitori online. Ad esempio, per una piccola tassa annuale il servizio Amazon Prime include la spedizione gratuita sulla maggior parte degli articoli ordinati tramite Amazon.

Perché alcuni Clienti preferiscono fare shopping

  • Poter interagire fisicamente con un articolo prima di acquistarlo, in particolare con oggetti personali come vestiti, cosmetici, mobili, ecc. o con articoli di spesa che hanno bisogno di essere controllati per la qualità e la freschezza
  • la Merce può essere ottenuto immediatamente, piuttosto che in attesa di spedizione
  • servizio Clienti la possibilità di parlare direttamente con un rappresentante di vendita e ottenere ulteriori informazioni e consulenza su prodotti o servizi
  • Evitando i costi di spedizione
  • Evitare il fastidio e la complessità di restituire gli elementi indesiderati
  • Molto più facile e veloce per restituire un prodotto difettoso o di prodotto indesiderato in-negozio piuttosto che la spedizione in un rivenditore online
  • L’esperienza di molte persone godono di un shopping outing nei negozi al dettaglio, spesso con i coniugi o gli amici e in concomitanza con altre attività come mangiare, avere un caffè di specialità, eccetera.

Come possono le piccole imprese trarre vantaggio dalle tendenze dello shopping online e in negozio?

Nel mercato di oggi, praticamente tutti i grandi rivenditori di mattoni e malta hanno anche una forte presenza online. Per le piccole imprese di mattoni e malta, decidere se spendere o meno il tempo e lo sforzo di espandersi nelle vendite online è meno chiaro. Secondo Insureon, solo circa il 29% delle piccole imprese fanno le loro vendite attraverso Internet.

Dato che la maggior parte delle persone tende a cercare aziende su Internet, la tua azienda dovrebbe sempre avere una presenza online, anche se consiste in una pagina Facebook o in un semplice sito Web contenente il tuo indirizzo e le informazioni di contatto, nonché una breve descrizione delle tue offerte di prodotti o servizi.

Se si decide che si desidera vendere i vostri prodotti online non c’è bisogno di andare alla fatica e la spesa di creazione di un sito di e-commerce separato completo. Creazione di un negozio di Facebook o eBay, o la vendita attraverso Amazon come terza parte, è tutto relativamente semplice e servire come modi poco costosi per entrare in vendite online.

Che tu abbia o meno una presenza online, il modo migliore per competere con i negozi online è costruire relazioni a lungo termine con i tuoi clienti fornendo un eccellente servizio clienti. I clienti godono di un senso di familiarità. Essere indirizzati dal loro nome, godendo di un’interazione amichevole con il personale di vendita, ricevendo un servizio personalizzato e sentendo che le loro esigenze vengono soddisfatte sono modi sicuri per mantenere i clienti a tornare.

Ad esempio, un buon venditore in un negozio di abbigliamento può essere estremamente utile per un cliente fornendo consigli su aspetto, dimensionamento, miscelazione e corrispondenza articoli di abbigliamento, assistenza con montaggio, cura e manutenzione, ecc. Senza alcuna assistenza al cliente o la possibilità di provare un articolo in anticipo, l’unico ricorso per un acquirente di vestiti online è ordinare un articolo e sperare che si adatti e sia adatto, altrimenti rispedirlo tramite spedizione di ritorno.

Share

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.