Diversificazione

Che cos’è la diversificazione?

La diversificazione è una strategia che le aziende utilizzano per offrire nuovi prodotti e che consente loro di aumentare la loro crescita e ridurre i rischi.

Pertanto, l’obiettivo della diversificazione è quello di sfruttare nuove opportunità di business, in modo che l’azienda possa entrare in un nuovo mercato.

Questa è una delle strategie della matrice Ansoff e richiede di apportare modifiche interne all’azienda.

Tipi di diversificazione

La diversificazione può essere correlata e non correlata.

Diversificazione correlata

Una società opta per la diversificazione correlata quando la nuova attività che svolge è correlata all’attività che già svolgeva. Questa relazione non dovrebbe essere solo a livello di consumo, ma anche essere correlata a un livello produttivo, in modo che l’azienda possa essere più efficiente di due aziende che producono separatamente.

Allo stesso modo, la diversificazione correlata può essere verticale o orizzontale:

  1. Orizzontale: la differenziazione orizzontale consiste nell’aggiungere una gamma più ampia di prodotti che l’azienda commercializza. Ad esempio, la vendita di un prodotto che integra un altro prodotto già prodotto dalla società.
  2. Verticale: la differenziazione verticale consiste nell’espandere la catena di produzione per produrre alcuni beni intermedi precedentemente acquistati sul mercato. In questo modo, l’azienda diventa un proprio fornitore e non dipende da terzi per svolgere la sua produzione.

Diversificazione non correlata

Una società opta per la diversificazione non correlata quando la nuova attività che svolge non è correlata all’attività corrente. In questo tipo di diversificazione non esiste alcuna relazione a livello di consumo o produzione.

Questa diversificazione rappresenta un rischio maggiore, poiché comporta l’avvio di un’attività per la quale l’azienda e il suo personale non sono pienamente formati.

Esempi di diversificazione

Diamo un’occhiata ad alcune storie di successo di grandi aziende che hanno attraversato piccole e grandi diversificazioni di mercato:

  • La società di trasporti Uber ha iniziato con corse in auto attraverso autisti indipendenti. Oggi ha diversificato il suo mercato ed è anche nel business del noleggio di biciclette, skateboard elettrici e servizi di trasporto di cibo.
  • Un caso più radicale di diversificazione è quello di Samsung, un’azienda sudcoreana che ha iniziato a commercializzare pesce, frutta e verdura. Poi, ha attraversato l’industria chimica e nei primi anni ‘ 80 era già in commercio prodotti elettronici. Nell’anno 2000, ha iniziato con la produzione e la fabbricazione di questi, diventando oggi una delle aziende leader nel settore.
  • Suzuki ha iniziato con la produzione e la vendita di telai, ma dopo la seconda guerra mondiale, essendo in bancarotta, ha dovuto fare un cambiamento radicale e ha iniziato a commercializzare strumenti musicali e motocicli.

Share

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.