Dubinsky, Donna

(1956-)
Benvenuti nel nostro sito

Panoramica

Donna Dubinsky è co–fondatrice e amministratore delegato di Handspring, che sviluppa e commercializza una delle innovazioni informatiche più calde, il computer portatile.

Vita personale

Dubinksy, 46 anni, è nato a Benton Harbor, Michigan. Suo padre era un broker di rottami metallici, e sua madre era una casalinga che amava giocare a bridge. Dubinsky ha frequentato l’Università di Yale, laureandosi con un bachelor of arts in storia. Durante i suoi anni a Yale, il suo spirito imprenditoriale è venuto alla luce. Dubinsky e il suo compagno di stanza hanno creato un servizio di battitura specializzato in turni notturni. La coppia si rese subito conto che avevano il potere di pagare molto di più per il loro servizio specializzato. Dopo aver ricevuto la laurea, Dubinsky ha preso un lavoro con Philadelphia National Bank come analista finanziario entry-level, bilanciamento fogli di calcolo a mano. Tuttavia, in poco tempo era stata promossa a commercial lending officer, la più giovane nella storia della banca. Dubinsky si è dimesso la sua posizione dopo due anni per perseguire un MBA ad Harvard.

Mentre era ad Harvard, Dubinsky si rese conto che voleva essere coinvolta nella creazione di un prodotto, piuttosto che nelle attività di servizio a cui la maggior parte dei suoi compagni di classe erano attratti. Ha detto a Electronic Business: “Non avevo alcun interesse per le imprese di servizi. Desideravo creare un prodotto, qualcosa che potessi toccare e dire: “Ho contribuito a farlo.'”Il suo sogno è venuto a fuoco nel 1981, quando ha frequentato ademonstration di VisiCalc, il primo software per applicazioni foglio di calcolo, sviluppato su un PC Apple II. Vedendo il suo futuro, Dubinsky completato il suo MBA e impostare su come ottenere un lavoro con i computer Apple.

Dubinsky è sposato con il marito Len Shustek; hanno una figlia. Il successo di Dubinsky l’ha resa un valore di circa billion 1 miliardo. La sua costante attenzione al suo obiettivo di raggiungere il successo ha dominato la sua vita e il suo tempo. Ha detto InformationWeek.com, ” Non so nemmeno come accendere la TV. Non ho mai visto Millionaire. Non ho mai visto Survivor. Non ho mai visto Jerry Seinfeld.”

Dettagli sulla carriera

Dubinsky riuscì ad ottenere un lavoro presso Apple, e per il resto del decennio lavorò all’interno delle divisioni di distribuzione, logistica e operazioni dell’azienda. Nel 1990 si è trasferita a Santa Clara, in California, per assumere un incarico come sales and marketing manager presso Claris Corp., la divisione software applicativo di Apple. Desideroso di una maggiore indipendenza dalla società madre, Dubinsky ha trascorso un anno spingendo Apple a spin off Claris, rendendolo una società stand–alone. Quando Apple ha deciso contro la proposta di Dubinsky, ha smesso di seguire il suo sogno di trascorrere un anno a Parigi. Durante il 1991 Dubinsky visse in Francia, studiò la lingua e la pittura e insegnò. Scoprendo che il suo entusiasmo per la pittura era molto più grande della sua capacità effettiva, tornò in California nel 1992.

Al suo ritorno, Dubinsky incontrò Jeff Hawkins, che le mostrò un organizzatore elettronico portatile che aveva sviluppato. Nei primi anni 1990, Internet stava cominciando a decollare. Nuove innovazioni nella tecnologia informatica e software furono all’inizio di una massiccia espansione, e Dubinsky fu venduto sull’idea che il computer portatile fosse il futuro dell’industria informatica. I due decisero di entrare in affari insieme—Hawkins avrebbe fornito la tecnologia innovativa e Dubinsky avrebbe creato l’azienda per commercializzare il prodotto. Nel 1992 Palm, Inc. è stato istituito, con Dubinsky come amministratore delegato e Hawkins come presidente.

Nei successivi tre anni, Dubinsky lottò per raccogliere fondi per finanziare la loro impresa e portare sul mercato il PalmPilot di Hawkins. A causa delle continue restrizioni finanziarie, nel 1995 Dubinsky e Hawkins vendettero Palm alla U. S. Robotics Corp., un produttore di modem con sede a Schaumburg, Illinois. Nel marzo 1996 il primo PalmPilot è stato introdotto sul mercato, accompagnato da recensioni entusiastiche e vendite tremende. È diventato il prodotto informatico più venduto nella storia e venduto più velocemente della televisione a colori, del telefono cellulare, del personal computer e del videoregistratore. Nonostante il successo del PalmPilot portatile, il rapporto di Dubinsky con la U. S Robotics era difficile. Voleva gli Stati Uniti. Robotica di spin off Palm, perché credeva che fosse un buon affare, e voleva ristabilire l’indipendenza che aveva perso nella vendita della società. Tuttavia, U. S. Robotics aveva un prodotto caldo nel PalmPilot e non aveva fretta di tagliarlo. Quando U. S. Robotics è stata acquisita da 3Com Corp. di Santa Clara, California, nel 1997, Dubinsky non ha avuto miglior fortuna convincere il suo team di gestione dei benefici dell’indipendenza di Palm. La frustrazione di Dubinsky e Hawkins raggiunse il picco nel 1998, e i due abbandonarono bruscamente.

Il successo del PalmPilot ha aiutato Dubinsky a rendersi conto che, mentre le grandi aziende sono utili nel fornire risorse per nuovi progetti, le innovazioni nuove e all’avanguardia spesso provengono da piccole aziende indipendenti. In un’intervista con Forbes, Dubinsky ha commentato: “Non penso che l’innovazione verrà dai grandi. Quelli intelligenti sono quelli che lo riconoscono.”

Cronologia: Donna Dubinsky

1956: Nata a Benton Harbor, Michigan.

1990: Si trasferisce a Santa Clara, California, come sales and marketing manager presso Claris Corp., una divisione di Apple.

1991: Abbandona Apple; si trasferisce a Parigi per un anno.

1992: Fondata Palm, Inc.

1995: Venduto Palm a U. S. Robotics Corp.

1998: Quit Palm; fondata Handspring.

2000: Handspring è diventato pubblico.

Dubinsky e Hawkins si trasferirono a Palo Alto, in California, e fondarono una nuova società chiamata Handspring. “Non abbiamo clienti, nessuna posta in gioco”, ha detto a Forbes. “Possiamo rompere il modello di tutto ciò che abbiamo fatto in passato se vogliamo.”Armato di million 18 milioni in capitale di rischio e una licenza per utilizzare il software operativo Palm, la società di avvio immediatamente messo al lavoro sviluppando il suo primo prodotto. Chiamato Visor, il nuovo dispositivo sarebbe competere a testa alta con il PalmPilot. La visiera è stato rilasciato nel settembre 1999, e le vendite alle stelle rapidamente, guadagnando Handspring una quota del 14 per cento del mercato tenuto in mano. Infatti, il giorno in cui Handspring ha annunciato il suo nuovo prodotto, 3Com galleggiava Palm off come una società separata. La caratteristica fondamentale della visiera è il suo slot di espansione, che può trasformare la visiera in un lettore MP3, una fotocamera digitale o un telefono cellulare. Dubinsky ha detto a ZDNet News: “Dopo aver lasciato Palm, ci siamo seduti e ci siamo chiesti:’ Cosa faremo a Handspring che non abbiamo fatto bene a Palm?”Jeff ha subito avuto l’idea dell’espansione hardware. Abbiamo fatto una lista di tutte le cose che vorremmo una visiera a fare, ed è da lì che le idee per i moduli è venuto da.”

Handspring è diventato pubblico nel giugno 2000; in quel mese di agosto, il suo prezzo iniziale delle azioni era quasi raddoppiato, e ha continuato a mangiare in quota dominante di Palm del mercato. Nel 2000 Handspring è aumentato a quasi il 20 per cento della quota di mercato, mentre Palm è sceso dal 72 per cento nel 1999 al 64 per cento nel 2000. Tuttavia, proprio come Handspring stava caricando sul mercato, la recessione economica ha frenato le vendite e gli utili. Nell’anno fiscale 2001, che termina nel giugno 2001, le vendite ammontano a $371 milioni, un incredibile 264 per cento rispetto all’anno precedente, ma l’utile netto è stata una perdita di million 126 milioni.

Nonostante le difficili condizioni economiche, Dubinsky è rimasto ottimista sulle prestazioni passate e future di Handspring e indica i nuovi sviluppi e l’innovazione come la chiave del successo continuo di Handspring. Nell’ottobre 2001, Handspring ha introdotto il Treo, una famiglia di comunicatori compatti che combinano un telefono cellulare, e–mail wireless, messaggistica e navigazione Web in un piccolo dispositivo portatile leggero. La chiave per il futuro dell’industria portatile può essere imperniata sulla sua capacità di attrarre le comunità aziendali e commerciali piuttosto che i singoli consumatori. Tuttavia, è improbabile che le imprese aggiungano nuove innovazioni ai loro arsenali di comunicazione fino a quando le condizioni economiche non miglioreranno.

Impatto sociale ed economico

Dubinsky si distingue non solo come uno dei migliori dirigenti nel settore digitale e Internet, ma come uno dei migliori dirigenti donne nel mondo degli affari. Lei non ha trovato che essere una donna è stato un ostacolo nel raggiungere il suo successo, sostenendo che nel settore dei computer, genere non è un fattore decisivo di se qualcuno avrà successo. Crede che nel campo dell’alta tecnologia non esista un soffitto di vetro. Dubinsky ha spiegato in un’intervista con Tom Brokaw della NBC: “Stiamo vedendo un sacco di piccole aziende con donne CEO oggi, in particolare a causa di Internet, dove. . . i modelli di business sono molto aperti e fluidi e c’è un tale grido di talento.”

Tuttavia, Dubinsky riconosce che ci sono meno donne degli uomini nei campi tecnici, poiché le donne hanno maggiori probabilità di essere in aree non tecniche come il marketing e la finanza. Dubinsky sostiene le donne nelle aree tecniche, notando che l’esposizione iniziale inizia spesso nella scuola media o nella scuola superiore quando le ragazze diventano esposte alla scienza e alla matematica. Dubinsky ritiene che questo sia un momento critico per promuovere un interesse per tali studi tecnici alle ragazze, aree di studio spesso considerate “non cool” dai loro coetanei. Spera che lavorando sodo, gestendo un’attività di successo con integrità e guadagnando rispetto nel suo campo, fungerà da modello per le giovani donne che potrebbero seguire le sue orme. Sente anche che le opportunità per le donne, in particolare, sono eccitanti. Come ha spiegato a Tom Brokaw, ” Credo che qui se una donna è buona e lei è disposta a lavorare duro come un uomo fa e ha la giusta formazione e preparazione che lei può avere successo.”E per quanto riguarda la vita nella Silicon Valley, Dubinsky ha detto ad Amanda Hall del Sunday Telegraph,” È un posto vibrante e speciale, è davvero come essere in Italia durante il Rinascimento.”

Fonti di informazione

Bibliografia

Entertainment Weekly, luglio 1999. Disponibile a http://www.entertainmentweeklyonline.com.

Forbes, luglio 1999.

“Handspring batte le stime di perdita.”ZDNet Notizie, 17 ottobre 2001. Disponibile a http://www.zdnet.com.

“Handspring, Inc.”Hoover’s Online, 2001. Disponibile a http://www.hoovers.com.

“Handspring, La società: Team esecutivo.”Handspring, Inc., 2001. Disponibile a http://www.handspring.com.

“Handspring, La Società: Sfondo.”Handspring, Inc., 2001. Disponibile a http://www.handspring.com.

Cielo, Andrew. “Handspring taglia le previsioni di vendita a metà.”Financial Times, 7 giugno 2001. Disponibile a http://www.ft.com.

Kador, Giovanni. “Un affare pratico.”Electronic Business, 1 ° settembre 2001.

NBC Nightly News con Tom Brokaw, 24 agosto 1999. Disponibile a http://www.msnbc.com.

Sunday Telegraph, 13 agosto 2000.

Weingarten, Mark. “Il meglio del meglio: Persone dell’anno.”Notizie ZDNet, 2001. Disponibile a http://www.zdnet.com.

Share

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.