Importanza dei decompositori

descomponedoresI decompositori hanno un ruolo molto importante nella catena alimentare perché trasformano la materia organica dei diversi esseri viventi che sono morti in materia inorganica. In questo senso, hanno proprio il ruolo opposto che possiamo osservare in un vegetale, che trasforma la materia inorganica in materia organica. Gli organismi in decomposizione sono principalmente funghi e alcuni batteri che hanno bisogno del cibo fornito da organismi che hanno cessato di vivere. Questa circostanza è stata utilizzata dall’uomo per diverse attività benefiche dal punto di vista economico e si prevede che verranno sviluppate più tecniche che fanno uso di questo tipo di esseri viventi.

La catena alimentare prende il nome dal fatto che esiste una successione di processi di alimentazione che possono essere classificati come ciclici. Inizia con gli esseri viventi che sono in grado di generare il proprio cibo dalla materia inorganica che li circonda; ci riferiamo soprattutto alle verdure, anche se ci sono anche alcuni tipi di batteri che hanno questa capacità. Questi esseri viventi hanno un ruolo fondamentale perché sono i generatori dell’ossigeno che rende possibile la grande diversità biologica del pianeta e perché sono i primi a generare materia organica. Questa circostanza è ciò che rende possibile agli altri esseri viventi di essere in grado di nutrirsi, considerando che non sono in grado di generare il proprio cibo; quindi, ci saranno consumatori che si nutriranno di verdure, ci saranno consumatori che si nutriranno di questi consumatori di primo ordine e infine ci saranno consumatori che si nutriranno sia di verdure che di altri consumatori. Ora, perché il ciclo si chiuda, ci deve essere un organismo che può far sì che la materia organica di questa pluralità biologica possa diventare di nuovo inorganica e quindi generare le condizioni per lo sviluppo delle piante; questi organismi sono chiamati decompositori.

Questa classe di organismi ha la caratteristica di generare una serie di sostanze che processano la materia da esseri viventi già esanimi; in seguito, questi decompositori si nutriranno del risultato di questo processo chimico; i resti di questo alimento saranno elementi inorganici. Data questa capacità, ci sono state esperienze in cui la mano dell’uomo ha fatto uso di decompositori deliberatamente per decontaminare l’ambiente. Un caso emblematico in questo senso è l’uso di batteri per eliminare una fuoriuscita di petrolio avvenuta accidentalmente in mare; infatti, il petrolio ha, come è noto, un’origine organica.

Share

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.