Mountstuart Elphinstone

Mountstuart Elphinstone, (nato ott. 6, 1779, Dunbartonshire, Scozia.- morto novembre. 20, 1859, Hookwood, vicino a Limpsfield, Surrey, Ing.), funzionario britannico in India che ha fatto molto per promuovere l’educazione popolare e l’amministrazione locale delle leggi.

Elphinstone entrò nel servizio civile a Calcutta (ora Kolkata) con la Compagnia britannica delle Indie Orientali nel 1795. Pochi anni dopo sfuggì a malapena alla morte quando i seguaci del deposto principe di Oudh (Ayodhya), Wazir Ali, fecero irruzione negli uffici britannici presso la residenza di Benares (Varanasi) e massacrarono tutti a loro portata. Elphinstone trasferito al servizio diplomatico nel 1801 come assistente del residente a Pune; era di stanza alla corte del peshwa Baji Rao II, capo titolare della confederazione Maratha. Nel 1803 si distinse come agente politico e aiutante di campo del colonnello Arthur Wellesley (fratello del governatore generale; in seguito duca di Wellington) nella seconda guerra Maratha.

Elphinstone è stato nominato residente a Nagpur nel 1804, poi è stato trasferito alla corte Maratha a Gwalior nel 1807. Nel 1808 fu inviato a negoziare un’alleanza con il sovrano afghano Shah Shojāʿ per impedire un’avanzata napoleonica sull’India. Tornato a Pune come residente nel 1811, mantenne i Maratha disuniti e usò l’omicidio di un inviato di Baroda (ora Vadodara) per forzare un trattato sul peshwa. Elphinstone sconfisse i peshwa e pose fine agli sforzi di questi ultimi contro il dominio britannico nella battaglia di Kirkee (novembre 1817), anche se la residenza a Pune e gli appunti di Elphinstone per le future opere letterarie furono bruciati.

Elphinstone fu in gran parte responsabile della creazione di un sistema amministrativo britannico nei territori Maratha annessi nel 1818, prima come commissario del Deccan e poi, dal 1819 al 1827, come governatore di Bombay (Mumbai). Non gradendo il sistema anglicizzato di governo lì, ha cercato di preservare il bene nelle istituzioni Maratha e di tenere conto del sentimento Maratha. Al raja di Satara restaurò un regno; ai grandi magnati territoriali restituì terre, privilegi e poteri giudiziari; e ai Brahmani restituì terre del tempio e fornì premi per l’apprendimento. Cercò di mantenere l’autorità e l’utilità dei capi villaggio e dei tribunali, in cui gli anziani del villaggio potevano amministrare la legge localmente. Fu un pioniere dell’educazione statale e persistette in un momento in cui gli altri erano inorriditi all’idea di educare i popoli indigeni. Spronati dalle sue opinioni avanzate, i ricchi abitanti nativi di Bombay fondarono, tramite abbonamenti pubblici, l’Elphinstone College in suo onore.

Ottieni un abbonamento Britannica Premium e accedi a contenuti esclusivi. Iscriviti ora

Elphinstone viaggiò in Europa dal 1827 al 1829; in seguito rifiutò due volte il governatore generale dell’India. Successivamente si concentrò sulla scrittura della sua Storia in due volumi dell’India (1841) e sulla consulenza al governo britannico sugli affari indiani.

Share

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.