Perché l’esorcista cancellato (poi restaurato) Infame Spider Walk di Regan

La scena dell’esorcista in cui Regan spider scende le scale è infame, ed ecco perché è stato cancellato dal taglio teatrale, poi restaurato. Spesso citato come uno dei più grandi e spaventosi film horror mai realizzati, L’esorcista rimane ancora il punto di riferimento per i film di possessione demoniaca quasi 50 anni dopo la sua uscita. Basato su un libro di William Peter Blatty, The Exorcist è stato un successo critico e commerciale, e occupa un’aria rarefatta all’interno del genere che pochi raggiungono.

Con questo in mente, non c’è da meravigliarsi che The Exorcist sia un film spesso rivisitato dai fan, ed è riuscito a generare un franchise di cinque film e uno show televisivo di breve durata ma acclamato. Nessuno di questi follow-up ha eguagliato la qualità dell’originale, ma questo è il caso di molti franchise. L’esorcista è pieno di momenti iconici, tra cui la testa di Regan che ruota intorno a 360 gradi, il suo galleggiare sopra il letto e l’arrivo oscuro di Padre Merrin alla casa MacNeil.

Continua a scorrere per continuare a leggere Fai clic sul pulsante qui sotto per iniziare questo articolo in vista rapida.

Un momento esorcista che ha preso decenni per farsi notare è stata la scena spider walk, in cui Regan cammina all’indietro giù per le scale sulle sue mani con un boccone di sangue. Per essere onesti, però, questo perché la scena è stata cancellata dalla versione iniziale del film, solo in seguito ripristinata. Ecco perché si è verificato.

Perché l’esorcista ha cancellato (poi ripristinato) la passeggiata del ragno di Regan

Come si potrebbe immaginare, la scena di spider walk dell’esorcista non è stata eseguita da Linda Blair, ma dalla stuntwoman Ann Miles. C’erano in realtà due versioni girate, una più vicina al libro, in cui Regan si ribalta e striscia a Sharon, oltre a mostrare una lingua simile a un serpente. L’altra versione, di cui più persone sono a conoscenza, ha Regan con il sangue in bocca alla fine. Il regista William Friedkin, contro la volontà dello scrittore Blatty, ha scelto di asportare la spider walk dal taglio teatrale a causa di tre fattori principali. Sentiva che la scena era un effetto speciale troppo grande così presto nella storia, che indeboliva l’impatto di Chris MacNeil che aveva appena appreso della morte di Burke Dennings, e che i fili usati per fare lo stunt erano troppo evidenti e danneggiavano l’effetto.

Nel 2000, Friedkin ha messo insieme un extended Director’s cut di The Exorcist originariamente sottotitolato “The Version You’ve Never Seen.”In questo taglio, Friedkin reinserì la sanguinosa versione di the spider walk, usando la CGI per cancellare i fili e rimasterizzando il filmato per adattarlo al resto del film, con grande gioia di Blatty. Mentre molti fan erano a conoscenza di the spider walk, ed era stato incluso come scena eliminata in una precedente versione DVD, vederlo ripulito e rimesso nel film ha permesso a molti di vederlo in una nuova luce, ed è diventato una sequenza preferita di molti da allora. È interessante notare che alcuni fan ritengono che la sua inclusione crei un buco nella trama, come se Regan potesse lasciare la sua stanza e attaccare in qualsiasi momento, perché non lo fa? È una critica giusta, ma la maggior parte sembra disposta a trascurare.

Visita ScreenRant.com
Argomenti correlati

  • Horror
  • l’esorcista

Informazioni sull’autore

Michael Kennedy (3750 articoli pubblicati)

Michael Kennedy è un appassionato di cinema e TV che ha lavorato per Screen Rant in varie capacità dal 2014. In quel periodo, Michael ha scritto oltre 2000 articoli per il sito, prima lavorando esclusivamente come scrittore di notizie, poi come scrittore senior e editore di notizie associate. Più di recente, Michael ha contribuito a lanciare la nuova sezione horror di Screen Rant, ed è ora lo scrittore principale dello staff quando si tratta di tutte le cose spaventose. Nativo di FL, Michael è appassionato di cultura pop e ha conseguito una laurea in produzione cinematografica nel 2012. Ama anche i film Marvel e DC e desidera che ogni fan dei supereroi possa andare d’accordo. Quando non scrive, Michael ama andare ai concerti, prendere in diretta wrestling professionale, e discutere la cultura pop. Un membro a lungo termine della famiglia Screen Rant, Michael non vede l’ora di continuare a creare nuovi contenuti per il sito per molti altri anni a venire.

Altro da Michael Kennedy

Share

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.